Basta sapere come: la merenda altoatesina

Originariamente la gustavano i contadini seduti al tavolo dopo una lunga giornata nei campi: uno spuntino, o come dicono gli altoatesini, una “merenda”.

Oggi questa tradizione culinaria costituisce una parte importante della cucina altoatesina ed è presente nella maggior parte dei menù della regione. La merenda altoatesina va gustata a spasso tra rifugi, insieme con gli amici, in una trattoria tradizionale o in occasione del Törggelen nelle stube contadine in legno.

Merenda altoatesina

Lo Speck Alto Adige ha sempre un ruolo di primo piano. Di solito esso viene tagliato a pezzi o a fette e viene servito su un tagliere in legno. Gli altri ingredienti variano in base al gusto; nella merenda tipica, lo speck è sempre accompagnato dagli stessi ingredienti: una fetta spessa di formaggio di malga saporito dell’Alto Adige, Kaminwurze (il salamino affumicato), burro, sottaceti e ottimo pane altoatesino: lo Schüttelbrot (il pane di segale croccante) e le pagnotte venostane.

Per chi lo desidera, alla tipica merenda altoatesina si accompagna un vino del luogo. Il più adatto è sicuramente lo Schiava altoatesino, un vino leggero a basso contenuto di tannini con una moderata gradazione alcolica. In alternativa si accompagna bene anche una birra rinfrescante, realizzata in Alto Adige, o un buon succo di mela torbido.